Home » Rc auto, c’è un metodo per pagarla la metà: è tutto legale

Rc auto, c’è un metodo per pagarla la metà: è tutto legale

Pagare l’assicurazione dell’auto è una prassi abituale per un automobilista. Ma, visti i costi considerevoli, spesso ci si chiede come fare per poter risparmiare in merito alla stessa. Esiste un metodo del tutto legale, a questo proposito, per usufruire di uno sconto sulla Rc auto, anche piuttosto sostanzioso. 

A seconda delle circostanze e delle necessità di ogni nucleo familiare, ci si può regolare di conseguenza. Certo, occorrerà, in via preventiva, assumere consapevolezza della situazione, ovvero a quali prezzi si va incontro e a quali condizioni. Nello specifico, cosa si dovrà fare per pagare di meno la polizza, con una forte scontistica rispetto al prezzo originariamente proposto, e in maniera del tutto legale?

Come risparmiare, del tutto legalmente, sulla Rc auto? – solomotori.it

Il sistema c’è. Per come anticipato, ognuno dovrà regolarsi in base alle proprie necessità, ed effettuare una ponderazione, per adattarsi ad una nuova situazione. Ma quanto si spende in Italia, per una polizza assicurativa sull’auto? Se assumiamo, a livello di riferimento, il costo per un neopatentato, si dispone di tutta una classifica, stilata, per l’appunto, su base nazionale. I neopatentati sono assunti non a caso come riferimento, in quanto categoria più “tartassata” da questo punto di vista.

Si pensi, al riguardo, che se da un lato la media in termini di costo, per le Rc auto in Italia è pari a circa 379 euro, per i neopatentati la relativa quota arriva, a seconda della zona considerata, fino 1.037 euro, con una differenza di 173,6 punti percentuali sulla media nazionale! Per quel che riguarda la spesa in oggetto, pari a 1.037 euro, essa è la media riferita alla provincia di Massa Carrara. Quest’ultima detiene il record a livello nazionale in termini di costo.

 

Le altre posizioni in classifica e come risparmiare

il costo varia sensibilmente in base alla provincia di residenza – solomotori.it

A seguire, nella medesima graduatoria, troviamo rispettivamente Napoli, con 1.011,70 euro di media, e Caserta, con 995,70 euro, per la stipula dello stesso tipo di polizza. Ribaltando la classifica, e considerandola in ordine di convenienza, la città più conveniente è Aosta, con una media di 501,80 euro di spesa media per la polizza in oggetto. In posizione subalterna troviamo Oristano, con una spesa media pari a 516,70 euro.

Ne consegue che, per chi risiede a Massa Carrara, il prezzo pagato per la polizza è pari a più del doppio, precisamente con un incremento di 107 punti percentuali, rispetto a ciò che paga un residente ad Aosta nelle stesse condizioni. La soluzione potrebbe essere pertanto quella, a conti fatti, di trasferirsi, qualora il prezzo, magari pagato su più vetture, presenti una differenza troppo elevata. In quel caso, magari ad Aosta o in una provincia anch’essa molto quotata in termini di convenienza. Ciò non si rivela sempre agevole, ma, per contro, è un sistema del tutto legale allo scopo di far fronte a tali spese.