Home » Freccia rossa carburante, non lo sapete ma non indica solo quello: ha una funzione nascosta e sconosciuta

Freccia rossa carburante, non lo sapete ma non indica solo quello: ha una funzione nascosta e sconosciuta

Spesso si compra un’auto e non ci si preoccupa di studiare bene tutte le sue funzioni, in fin dei conti quasi tutti gli elementi principali sono in comune. Ma ci sono un sacco di spie e indicatori che conosciamo e usiamo da sempre senza comprenderne appieno le funzioni. Ed è questo il caso della freccia dell’indicatore del carburante.  

Le auto moderne hanno un sacco di sistemi integrati di cui spesso ignoriamo persino l’esistenza, figuriamoci comprenderne il significato o gli indicatori relativi. I cruscotti moderni sono delle vere e proprie diavolerie tecnologiche che metterebbero in difficoltà persino i più accaniti nerd e geek, figuriamoci persone non avvezze alla tecnologia, come ultra settantenni.

Freccia carburante

Ma gran parte di queste nuove diavolerie sono del tutto opzionali e in fin dei conti i sistemi principali che fanno funzionare le auto sono sempre gli stessi, e così le relative spie e indicatori. Uno di questi è la freccia che indica il livello del carburante, sempre che si parli ovviamente di un’auto a benzina, diesel o GPL.

La freccia rossa del carburante, che può essere anche di un altro colore (dipende dal produttore dell’auto) è un indicatore posto su una scala graduata che indica quanta benzina o gasolio è presente nel serbatoio, solitamente tramite un galleggiante posto dentro la tanica che invia la misurazione. Questa può essere riprodotta sul cruscotto con sistemi analogici e digitali. Eppure questo non è l’unica funzione di questo indicatore, forse la più importante ma non la sola. C’è una ragione per cui l’indicatore è orientato diversamente in ogni macchina, e non è una questione prettamente stilistica.

A cosa serve la freccia rossa dell’indicatore del carburante

Come dicevamo, l’indicatore del livello della benzina è solitamente orientato verso destra o verso sinistra e c’è una ragione specifica per cui è quasi sempre così, una ragione peraltro molto semplice ma pragmatica.

La freccia indica dove è situato il tappo del serbatoio in cui introdurre la pompa per fare rifornimento. Una funzione tanto semplice ma quanto utile. Perché direte voi? La risposta è semplice ma non banale.

Il serbatoio non è posizionato nello stesso posto in tutte le auto: alcune lo hanno a destra, altre a sinistra e altre ancora addirittura nel cofano (ad esempio quelle con motore posteriore, e in questo caso la freccia nel cruscotto ovviamente punta verso l’alto). Ma in fondo noi conosciamo la nostra auto, perché questa funzione è così importante? La risposta è abbastanza immediata: non tutti guidano sempre la stessa auto o la propria auto. Ci sono i noleggi, sempre più diffusi, e fin tanto che terrete l’auto il rifornimento del carburante sarà a carico vostro.

Qui indica a destra, quindi sappiamo già dove inserire la pompa.

Può capitare inoltre di guidare l’auto di un amico, di un parente o di guidare diversi mezzi sempre diversi se lavorate come autotrasportatori, quindi è necessario sapere dov’è posizionato il tappo del serbatoio. E ed è proprio qui che ci viene incontro la freccia del carburante sul quadro dell’auto. Essa è infatti orientata verso il tappo del serbatoio.