Home » Precedenza in rotatoria, da oggi devi darla sempre così: rischi il ritiro della patente

Precedenza in rotatoria, da oggi devi darla sempre così: rischi il ritiro della patente

Le rotatorie sono un’alternativa molto valida agli incroci classici, con o senza semaforo. L’Unione Europea spinge molto per la loro installazione in quanto sono molto più sicure, prevengono impatti frontali o laterali ad alta energia e velocità e snelliscono anche le code. Ma hanno norme complesse di precedenza che vanno rispettate, altrimenti le sanzioni possono essere molto aspre.

Le normative europee spingono forte sulle rotatorie, anche chiamate nel nostro Bel Paese (in modo decisamente volgare) “le rotonde”.  Inutile girarci, attorno: le rotatorie diminuiscono enormemente gli incidenti gravi in stile Hot Wheels che accadono sovente ai semafori ignorati. Per non parlare degli automobilisti che chiamare indisciplinati è un eufemismo, che per non perdere il passaggio al semaforo, quando vedono spuntare il giallo (o arancione) accelerano invece di fermarsi.

rotatoria italiana
Una rotatoria italiana a una corsia.

Alle rotatorie tutto questo non è possibile. Ci possono essere pure i tamponamenti, ma sono sicuramente di minore entità e impossibile siano scontri frontali, proprio per la natura della rotatoria stessa.

Ma come ci si deve comportare alle rotatorie? Quali sono le regole da seguire, e chi ha la precedenza? Molti di noi hanno fatto scuola guida e preso la patente quando le rotatorie non esistevano nemmeno, quindi facciamo un bel ripassino.

e cosa si rischia in caso di infrazione se veniamo beccati dai vigili? Scopriamolo insieme in questo articolo. Il funzionamento non prevede infatti ci si debba obbligatoriamente fermare anche nel caso non ci sia nessuno nei paraggi, come invece avviene con il semaforo rosso.

Precedenza alle rotatorie: i vari casi

Innanzitutto le regole sono leggermente diverse per Italia e Comunità Europea. Nello specifico:

• Rotatoria italiana: la precedenza ce l’ha chi proviene da destra, quindi le auto all’interno della rotonda devono darla a coloro che entrano. Il segnale stradale corrispondente è quello classico della rotatoria.

• Rotatoria europea: la precedenza l’avrà sempre e comunque chi è già all’interno della rotatoria. I veicoli che vogliono entrare nella rotatoria sono obbligati a rallentare o fermarsi, dando la precedenza. Una regola in più quindi, che impone quindi il cartello accessorio della precedenza, oltre alle eventuali strisce stradali che impongono lo stop.

In particolare, è necessario moderare la velocità e adeguarsi al comportamento degli altri veicoli, dando la precedenza se necessario. Se la rotatoria presenta una sola corsia e strada d’accesso ad una sola corsia per senso di marcia, allora bisogna immettersi nella rotatoria rimanendo in prossimità del margine destro.

Rotatoria a due corsie
Qui vediamo un classico esempio di rotatoria a 2 corsie.

In assenza di segnaletica ci sono comunque delle regole universali che valgono universalmente:

precedenza di diritto: ha diritto a transitare con precedenza chi proviene da destra

precedenza di fatto: chi viene da sinistra, e sta già attraversando l’incrocio, ha diritto a passare per primo. Chi arriva da sinistra, dunque, non dovrà essere obbligato a fermarsi o a rallentare in mezzo all’incrocio o men che meno a eseguire una manovra di emergenza. Dovrà procedere completando l’attraversamento.

E se si volesse svoltare a sinistra? In questo caso bisogna cominciare a rallentare e portarsi al centro della carreggiata. Se la strada è a senso unico, dovremo spostarci nella carreggiata di sinistra. Obbligatorio è dare la precedenza alle auto che si trovano davanti, a quelle che sopraggiungono nella corsia di sorpasso in autostrada, o eventualmente ai pedoni nelle strade urbane.

Mai svoltare a sinistra se c’è una linea bianca continua. Se la linea è tratteggiata è possibile svoltare a sinistra ed eseguire cambio di carreggiata o corsia, e persino compiere un’inversione a U dove consentito. Se si viene sorpresi a infrangere le regole delle rotatorie,  le conseguenze sono pesanti.

Le sanzioni per chi non rispetta le regole delle rotatorie

Spesso ci sono telecamere piazzate nei pressi o proprio sulla rotatoria, quindi non vedere i vigili non significa poter fare come se fossimo nel far west… Oltre alla salata multa, c’è la decurtazione dei punti della patente.

In caso di immissione irregolare all’interno delle rotatorie, si rischia una sanzione che va da 167 euro a 666 euro.

Prevista anche la sanzione accessoria della decurtazione di 5 punti dalla patente di guida, ma è a opzionale a totale arbitrio dell’agente che redige il verbale. I recidivi incorrono in sanzioni più dure che possono arrivare alla sospensione della patente da 30 giorni fino a 90.