Home » Autostrade, finalmente gratuite: regalo fantastico per gli automobilisti

Autostrade, finalmente gratuite: regalo fantastico per gli automobilisti

A quanto pare c’è un regalo inaspettato per molti automobilisti. A trarne vantaggio specialmente quelli che viaggiano molto, per un motivo o per un altro, e che fanno uso dunque, con molta frequenza di accessi in autostrada. Vediamo in quali casi e circostanze il suddetto ingresso gratuito è valido. 

Il pagamento per il pedaggio in autostrada è una questione molte volte dibattuta per via delle condizioni di determinati tratti, e, oltretutto, è comunque uno dei pagamenti (molte volte) ricorrenti per un automobilista. Sapere che il medesimo sia stato abolito farà sicuramente felici molti automobilisti. Passiamo dunque al vaglio ciò che è stato fatto e chi può beneficiarne.

Dove si possono trovare delle autostrade gratis? – solomotori.it

Innanzitutto non tutti gli automobilisti, come non poteva essere altrimenti, ne beneficeranno, ma una frazione relativamente cospicua. A smorzare gli entusiasmi contribuisce anche il fatto che, se tali esenzioni per tutti, in quei tratti interessati, sono state previste, è per via di condizioni per nulla buone di cui tratti nella zona hanno risentito. Il riferimento è, in particolare modo, alla Liguria, e, inutile nasconderlo, hanno fortemente contribuito i tragici avvenimenti legati al crollo del Ponte Morandi. Nell’incidente hanno perso la vita 43 persone.

Inoltre, ad incidere sulla decisione anche le condizioni di determinati altri tratti riscontrate, che hanno contribuito a riaccendere e alimentare la polemica complessiva, specie nella predetta regione. Perciò è stato previsto, con decorrenza dallo scorso 20 agosto, il pedaggio gratis su determinati tratti della rete ligure. Oltre a ciò, come vedremo fra poco più nel dettaglio, non vi è pedaggio su strade che, pur riportando molti tratti in comune, non si possono definire sul piano tecnico, propriamente delle autostrade.

 

L’oggetto d’esenzione

L’uscita dell’autostrada Genova-aeroporto, fra i tratti totalmente gratuiti – solomotori.it

Costituiscono oggetto d’esenzione, specificatamente, le seguenti autostrade liguri: Genova ovest-Bolzaneto;
Genova-Aeroporto; Prà-Aeroporto; Prà-Pegli; Pegli-Aeroporto. In merito poi alle altre “autostrade” (non propriamente così definite) sulle quali non si paga, e ciò a prescindere dal suddetto provvedimento, parliamo della Salerno-Reggio Calabria, e della E45.

Vi sono poi, vale la pena ricordare, anche i sistemi autostradali chiusi e aperti, che sarà bene distinguere. Lungo i sistemi chiusi, si paga il pedaggio in relazione al chilometraggio percorso effettivamente. Sono sistemi, alcuni di più, altri di meno, che sono pertanto sempre a pagamento. I tratti di strada aperti, invece, richiedono il pagamento di una tariffa forfettaria, e, cosa altrettanto importante che approfondisce la distinzione, sono per l’appunto aperti.

I varchi autostradali non sono dunque posti ad ogni vincolo e ciò fa sì che l”utente possa percorrere dei tratti, all’interno di suddette autostrade, senza pagare. Parliamo di determinati tratti compresi tra le seguenti autostrade: Autostrada dei Laghi; Tangenziale di Milano (A50, A51, A52); Tangenziale di Torino; Tangenziale di Napoli (A3, nel tratto Napoli, Pompei, Salerno. I caselli sono presenti a tutti gli svincoli quindi la tariffa fissa si paga sempre); A12 nel tratto Roma-Civitavecchia; A32 e A33 nei tratti Asti-Alba e Cherasco-Bra.