Home » Patente, i punti persi non li recuperi più senza questo: attivalo subito

Patente, i punti persi non li recuperi più senza questo: attivalo subito

La patente a punti è stata introdotta ormai da più di una ventina d’anni, seguendo le orme di diversi paesi europei. Diverse infrazioni prevedono la decurtazione di punti, a seconda della gravità dell’articolo del CdS violato, e se il computo dei punto arriva a zero la patente viene sospesa e bisogna necessariamente seguire un iter per tornare a guidare.

Le infrazioni che fanno perdere punti non sono solo le più gravi, e bisogna essere consapevoli che si possono perdere punti nelle situazioni più comuni, come parcheggiare in divieto di sosta o essere sorpresi alla guida con la cintura non allacciata o indossata male.

Patente punti

I neopatentati poi rischiano davvero grosso, perché per loro la decurtazioni dei punti è doppia per alcune violazioni. In pratica, ci si può ritrovare senza punti, o con pochissimi residui e al minimo sgarro dovremo dire addio (o meglio dire arrivederci) alla patente.

Per fortuna i punti possono essere recuperati in vari modi, come trascorrere due anni senza commettere infrazioni, e poi ci sono persino dei corsi di recupero che permettono di recuperare parte del saldo ed evitare il rischio della sospensione della patente.

Come conoscere il saldo dei punti patente con lo SPID

Sapere come e in quanto tempo si possono recuperare i punti patente è una informazione che può essere utile a tutti. Ci sono diversi modi per conoscere il saldo punti della propria patente. Tra questi il più comodo è indubbiamente il Portale dell’automobilista, ossia il “portale di servizi di e-government” del Dipartimento per i Trasporti e la Navigazione, accessibile da civili, professionisti e titolari di imprese, dove viene offerta loro una suite di servizi servizi, e tra questi figura  il check del saldo punti patente (maggiori dettagli qui).

Bisogna inserire dei dati richiesti dal portale: si può utilizzare il documento di identità – Carta d’Identità Elettronica – ma in alternativa, per chi lo avesse già creato, si può accedere con lo SPID. Tramite questo servizio, oltre al saldo punti, si può controllare la lista delle infrazioni commesse, con relativa sanzione e decurtazione, da quando l’utente ha ottenuto la patente.

I minorenni, che hanno accesso alla patente A1, il famoso patentino, ma che non hanno possibilità di ottenere lo SPID (l’opportunità del rilascio ai minori è ancora in fase di discussione), possono accedere con il metodo classico di registrazione nome utente, inserendo un nome utente e una password.

Spid: può essere usato per conoscere il saldo punti della patente.
Spid: può essere usato per conoscere il saldo punti della patente.

In alternativa, si può conoscere il saldo punti anche tramite smartphone con l’app ufficiale della Motorizzazione, iPatente, oppure chiamando il risponditore automatico al n. 06 45775962, che è disponibile 24 ore al giorno e sette giorni su sette, ottimo se siete in una zona senza rete internet ma con campo di rete cellulare.