Home » Guida in città, non girare mai più con queste: se lo fai i ladri ti seguiranno | Le stanno rubando a tutti

Guida in città, non girare mai più con queste: se lo fai i ladri ti seguiranno | Le stanno rubando a tutti

Possedere un’auto è certamente ormai indispensabile oggi come oggi, specialmente per chi vive in centri abitati isolati, o in città dove i mezzi pubblici non funzionano così bene. Accompagnare i bambini a scuola o alle loro attività pomeridiane è pure una cosa che è difficile fare coi mezzi. Ma possedere un’auto costa sempre di più tra bollo, RC Auto, revisioni e manutenzione, e bisogna sempre fare i conti con la minaccia dei ladri d’auto.

Questi sono sempre in agguato e oggi ancor più agguerriti, spinti a commettere maggiori atti criminosi per via della crisi e la mancanza di lavoro.

Ladro auto

Non solo furti d’auto complete, ma vengono anche presi di mira gli oggetti all’interno dell’auto come effetti personali, borse, zaini, prodotti elettronici e quant’altro fosse lasciato incustodito e ben visibile nell’abitacolo, oppure determinati componenti dell’auto come i catalizzatori (che possono fruttare 600 euro o più al ladro nella ricettazione) o persino le ruote.

Alcuni cerchi in lega, specialmente quelli di grandi dimensioni (da 18 pollici in su) possono fruttare migliaia di euro sul mercato nero. Il triste risultato è ritrovare l’auto, che avevamo parcheggiato durante la notte, senza catalizzatore o senza ruote, quindi inabile alla marcia e soprattutto con laute spese per ripristinarla.

Anni e anni di sacrifici per comprare l’auto più desiderata e poi in pochi minuti viene portato via da un ladro. I furti d’auto in Italia e in Italia sono un fatto concreto e i dati registrati da sono allarmanti.

Non è tutto, anzi ci sono tipi/marche di auto che sono tra le preferite di chi in pochi secondi riesce ad aprirle e portarle chissà dove. Non è solo una questione di rivendita clandestina ma di furto di parti che sono di ricambio, non disponibili o troppo costose da acquistare regolarmente.

Ora vediamo quali sono le auto preferite dei ladri.

Le auto più rubate in Italia e la chart per regione

Le supercar, le auto di lusso e le hot hatch sono sicuramente le auto più appetibili per i ladri nell’immaginario collettivo. Tant’è che se compri una Bmw, una Porsche o una Ferrari sicuramente non la parcheggi sulla pubblica via di notte…meglio lasciarla nel garage dello stabile o affittare un garage privato.

Ma vi stupirete di sapere che tra le auto più rubate, almeno come numero totale, non figura nessuna di queste categorie. La top 5 della classifica delle auto più rubate in Italia è infatti occupata da citycar italiane.

Auto più rubate Italia

Questo perché prima di tutto sono più diffuse, quindi sono più facili da trovare in giro e da rubare, e poi perché proprio per la loro grande base installata sono remunerative per smerciare sul mercato nero i pezzi. Gran parte delle auto rubate vengono infatti smontate pezzo per pezzo e i loro pezzi vengono ricettati.

Ecco la classifica italiana delle auto più rubate nel 2021:

-Fiat Panda: 8.816 auto rubate
-Fiat 500: 6,743 auto rubate
-Fiat Punto: 5.292 auto rubate
-Lancia Ypsilon: 2.979 auto rubate
-Smart Fortwo: 1.389 auto rubate
-Volkswagen Golf: 1.381 auto rubate
-Renault Clio: 1.284 auto rubate
-Ford Fiesta: 1.059 auto rubate
-Opel Corsa: 824 auto rubate
-Fiat Uno: 559 auto rubate

Anche quest’anno, la piccola Fiata Panda è l’auto più presa di mira dai ladri. Insomma, se pensavate di comprare una Panda perché nessun ladro l’avrebbe presa di mira, vi sbagliavate di grosso.  rubata. Seguono a ruota la Fiat 500, molto ambita dai ladri perché i pezzi di ricambio costano di più ed è molto richiesta all’estero sul mercato nero. E poi completa il podio la sempreverde Fiat Punto. Insomma, Fiat prende la top 3 di questa particolare classifica, non un grande vanto!

Per quanto riguarda le regioni dove sono più numerosi i furti, il Centro-Sud è come sempre in prima fila: la Campania si aggiudica la pole position con 27.500 furti, seguita dal Lazio (18.215) e dalla Puglia (14.498). Quarta la Sicilia e per trovare la prima regione del nord non dobbiamo faticare molto, visto che la Lombardia (11.636) è al quinto posto, a confermare la crescita della micro criminalità in questa regione.