Home » Nuovo divieto in città, non puoi più stare così in macchina con un’altra persona: automobilisti completamente disperati

Nuovo divieto in città, non puoi più stare così in macchina con un’altra persona: automobilisti completamente disperati

Per i giovani automobilisti, l’automobile è sinonimo di libertà, un mezzo che consente di effettuare grandi spostamenti in piena autonomia. Quando si prende l’auto si ha quel senso di evasione e vorremmo utilizzarla come ci pare, senza alcun vincolo che invece troviamo puntualmente tra le mura domestiche e nella quotidianità della vita lavorativa o scolastica. Ma ci sono dei comportamenti che non sono ammessi e anzi sono assolutamente vietati dal Codice della Strada.

Quando si prende l’auto da neopatentati, non è solo un lasciapassare per raggiungere posti lontani e nuovi fino ad allora. L’auto diventa una sorta di mini casa per chi la possiede, un ambiente sicuro in cui avere una certa privacy, anche per stare in compagnia del proprio partner.

Auto in sosta

Ma bisogna stare attenti a questo tipo di utilizzo, perché le effusioni non possono in alcun modo divenire plateali, altrimenti si rischia di commettere un reato penale. Avere dei rapporti in auto è considerato un reato che ha conseguenze molto gravi. Si può infatti essere accusati di atti di libidine o atti osceni in luogo pubblico, reati penali che segnalano la fedina irrimediabilmente e prevedono la detenzione, poi tramutata in ammenda per gli incensurati.

E per i semplici baci? Quelli dovrebbero essere consentiti, del resto mica siamo nel medioevo! Eppure non sembra essere sempre così, o non così scontato, almeno non in tutte le parti d’Italia.
C’è un comune italiano in cui baci e coccole in auto prevedono multe salatissime. E non perché scambiati durante la marcia dell’auto, provocando quindi possibili distrazioni. Il provvedimento ha validità anche se l’auto è ferma e in sosta. Incredibile, ma è così che è stato deciso a Eboli, in Campania, provincia di Salerno.

Il comune dove le effusioni in auto sono vietate

Se si viene sorpresi a coccolarsi e scambiarsi effusioni non affatto spinte in qualsiasi parte del comune campano, scatta la multa. E questo vale per qualsiasi luogo, ivi compreso l’abitacolo della propria auto. Ma c’è chi non ci sta, e infatti il consigliere Geraldo Rosalia ha denunciato la situazione, a sua detta illegittima da parte della prefettura locale.

Eppure è così che funziona nel comune in cui amare è proibito; multa da 50 a €500 per chi dimostra anche semplici e innocenti effusioni.
La prefettura si difende asserendo che il provvedimento non era evitabile, visto che le effusioni pubbliche scatenavano invidie e gelosie nei giovani che reagivano d’impulso e con violenza, specialmente nella zona Palasele, che si trova a pochi minuti dal centro.

Bacio in auto

Insomma, un provvedimento che fa già discutere e sicuramente verrà attenzionato dagli organi competenti a livello nazionale. Nel 2022 non si possono pagare €500 per un bacetto a una ragazza o un ragazzo.