Home » Moto, puoi finalmente prenderla “senza patente”: ti basta avere questo

Moto, puoi finalmente prenderla “senza patente”: ti basta avere questo

Per prendere la patente moto non servirà più l’esame: ecco cosa cambia a riguardo e chi è coinvolto dalle nuove leggi in merito alla circolazione su due ruote che sarà consentita in modo differente rispetto al passato.

Pronta una vera e propria rivoluzione per tuti i motociclisti: da poco sono entrate infatti in vigore normative del tutto nuove circa le modalità di conseguimento della patente di guida delle due ruote. Non servirà più infatti il vecchio esame pratico per avere il prezioso lasciapassare.

novità per la patente moto – solomotori.it

Per conseguire dunque la patente A3 che consente di guidare moto senza alcun limite di cilindrata e potenza basterà frequentare un corso di 7 ore presso una delle tante autoscuole abilitate in tal senso. Addio al temutissimo esame pratico che spesso ha infranto i sogni di molti.

Esistono però alcune condizioni precise in tal senso, perché tale novità non è valida per tutti ma solo per determinate categorie di motociclisti. In particolare, potranno evitare l’esame pratico coloro i quali sono in possesso già di patenti A1 e A2.

La prima è conseguibile dai 16 anni e consente la guida di moto di cilindrata fino a 125 cm cubici, potenza massima 11 kWe rapporto potenza/peso di massimo 0,1 kW/kg. La seconda invece si può avere con la maggiore età e da accesso a motocicli di potenza massima di 35 kW con rapporto potenza/peso di massimo 0,2 kW/kg.

Patente moto: cosa cambia

Come detto, la grossa novità riguarda alcune categorie precise che potranno evitare l’esame pratico per prendere la patente A3, previa la frequentazione di un corso di 7 ore. Ciò sarà possibile se chi deve conseguire la suddetta A3 è in possesso delle patenti A1 e A2 da almeno 2 anni.

Quindi, nel caso della A1, a 18 anni e nel caso della A2 a 20: una svolta anche in termini di circolazione, che aumenterà esponenzialmente prevedendo più motociclisti sulle strade del Paese. Lo scatto automatico previsto dalle normative fresche di revisione consentiranno dunque di saltare l’esame pratico.

patente moto rivoluzionata – solomotori.it

Per il corso sarò sufficiente rivolgersi alle autoscuole abilitate che sono presenti e dislocate sul territorio in modo capillare. Basterà attendere il giorno giusto e prenotarsi sui portali e sui siti optando per le sedi più vicine, avendo cura di presentarsi al corso con tutti documenti del caso. Un provvedimento che è stato accolto con grande entusiasmo da milioni di motociclisti e dalle loro famiglie, anche se ci sentiamo in dovere di ricordare sempre che la prudenza, specie in moto, vale più di mille patenti.