Home » Libretto di circolazione, non lasciarlo mai in auto: è un gravissimo sbaglio | Ecco perché

Libretto di circolazione, non lasciarlo mai in auto: è un gravissimo sbaglio | Ecco perché

Il libretto di circolazione, anche detto Carta di Circolazione, è il documento d’identità del veicolo. Ogni automobile, motociclo, camion ne ha uno e contiene i dati di omologazione dello stesso come numero di passeggeri trasportabili, potenza del motore, pneumatici installabili e tanto altro, come anche i dati relativi alla revisione ministeriale e la sua scadenza.

Il libretto deve sempre andare di pari passo col veicolo, e va mostrato agli agenti in caso di controllo. Ecco perché lo lasciamo quasi tutti in macchina o nella sella dello scooter, una questione di comodità. A quanto pare, però, non è sempre un’ottima idea e in questo articolo vi spiegheremmo il perché.

Carta di circolazione lasciata permanentemente nel cassetto. L'errore che commettiamo tutti
Carta di circolazione lasciata permanentemente nel cassetto. L’errore che commettiamo tutti

Come detto prima, il libretto di circolazione è come se fosse la carta d’identità dell’auto. Senza di esso, gli agenti cominceranno a sospettare, come quando una persona va in giro senza documenti: sicuramente ha qualcosa da nascondere. Ecco perché, quando prestiamo l’auto ad amici o parenti, questi dovremo sempre dare loro insieme alle chiavi dell’auto il libretto di circolazione. Ma non c’è problema visto che quasi tutti lo lasciamo nella tasca dello sportello. Ma non va fatto, per una questione di tutela che vi spieghiamo qui di seguito.

Carta di Circolazione: ecco perché non va lasciata in auto o in moto

Il motivo per cui la carta di circolazione non va lasciata mai dentro l’auto o dentro la moto-scooter quando la parcheggiamo nella pubblica via è molto semplice.

In caso di furto, i ladri potranno circolare liberamente con il veicolo, come se fosse di loro proprietà. In caso di controlli e posti di blocco, gli agenti richiederanno ai ladri con la nostra auto il libretto di circolazione e faranno un controllo. Ovviamente si insospettiranno, chiedendo come mai guidano un veicolo non intestato a loro.

Una scusa banale con cui potranno farla franca è dire che sono vostri cugini e amici, e anche se poco credibile, gli agenti non potranno fare nulla se il furto non è ancora stato denunciato. Per lo stesso motivo, quando ci viene rubata l’auto o la moto, il furto va denunciato immediatamente.

Se i ladri commettono un crimine con il nostro veicolo e il furto non è stato ancora denunciato, le forze dell’ordine verranno a cercare proprio noi.

Il consiglio che vi forniamo, quindi, è di togliere la carta di circolazione dal cassetto dell’auto per non rischiare di peggiorare la vostra situazione in caso di furto. Potrà sembrare scomodo tirar fuori e rimettere sempre il documento, soprattutto se non si hanno zaini o borse appresso, ma meglio prevenire che curare!

Carta di circolazione - la carta d'identità del veicolo

Ovviamente questo non va fatto lasciano l’auto in un posto molto sicuro come un box privato o un garage all’interno della casa. Qui le probabilità di furto sono davvero minime, anche se non azzerate.