Home » Strisce blu, se le vedi così sono gratuite: finalmente non dovrai più pagare | Nessuno lo sa

Strisce blu, se le vedi così sono gratuite: finalmente non dovrai più pagare | Nessuno lo sa

Buone notizie per chi deve parcheggiare sulle strisce blu: se sono così puoi non pagare più e risparmiare preziosissimi soldi in un periodo così complicato a livello economico.

Il diverbio sulle strisce blu non lascia spazio all’incertezza, anche se la confusione a riguardo pare sia ancora parecchia. Se il parchimetro è infatti acceso, e funziona regolarmente, la sosta è da pagare sempre a patto che vi siano precise eccezioni legate ad alcune categorie.

strisce blu – solomotori.it

Ad esempio, esistono alcuni comuni in cui il discorso soste e strisce blu sta portando a vere e proprie bufere e polemiche da prima pagina. Ciò che infatti sta accadendo al comune di Lodi ha quasi dell’incredibile, e rientra in quelle casistiche che fanno da cornice colorita e quasi grottesca.

Se l’applicazione è funzionante e i parchimetri fisici altrettanto, dopo aver messo tutto nero su bianco per regolamentare la sosta e le relative definizioni annesse, dovrebbe essere tutto a norma, o quasi.

Infatti è successo che Star Mobility, una società che regola i pagamenti nel comune di Lodi, si sia scordata di segnalare come gratuite alcune strisce blu sulle indicazioni fornite sul proprio sito. E da qui è scattata la polemica che ha infiammato le pagine web del comune e non solo.

Strisce blu: il caso limite di Lodi

Nel comune lombardo si diceva dunque che è divenuto limite il caso sui parcheggi a pagamento blu per via di un errore da parte della società e del Comune. Sul portale Lodi Sosta, le strisce blu in piazza Mercato e in un tratto di via Volturno (tra via Cavour e piazza Mercato) rimanevano a pagamento, nonostante la gratuità in tutto il resto della città.

l’area del Mercato a Lodi soggetta a polemica – solomotori.it

Peccato però che non fosse proprio così: senza alcuna eccezione prevista infatti la sosta avrebbe dovuto esser gratuita sull’intero territorio comunale, come sancito dall’ultimo capitolato di gara. Da qui, si evince la facilità con la quale la questione non troppo complicata a dire il vero sia divenuta presto notizia dibattuta.

Ecco dunque che diventa un caso la sosta gratuita/non gratuita di piazza Mercato e via Volturno: alcuni hanno pagato non dovendo e ciò ha inevitabilmente creato polemiche. La gratuità su tutto il territorio comunale, applicata nelle estati tra il 2018 e il 2021, avrebbe dovuto preservare i guidatori lodigiani dalle sanzioni ma ciò non è avvenuto e alla fine si è finiti sul giornale per una banale incomprensione che poteva anche essere magari risolta in un’altra maniera.