Home » Ferrari, l’hanno ritrovata così dopo 25 anni: la storia è completamente assurda

Ferrari, l’hanno ritrovata così dopo 25 anni: la storia è completamente assurda

Vi parliamo di una storia assurda, quella di una Ferrari oggetto di una denuncia di furto, da parte del proprietario. Purtroppo, tal genere di notizie non è mai nuovo, ma, nel caso considerato, è accaduto qualcosa di davvero pazzesco. La denuncia, infatti, è di 25 anni fa.

A Bologna, nel 1997, un uomo prende in Leasing una Ferrari F355, con motore 8 cilindri e 350 cavalli. Già dalla denuncia, emerge uno strano racconto: l’auto di lusso presa in leasing, nuova fiammante, sarebbe stata rubata, in pieno giorno, nel centro cittadino di Bologna. Fra gli inquirenti, un agente di Polizia in servizio presso il commissariato Bolognina-Pontevecchio, anch’egli per nulla convinto dell’accaduto, almeno per come lo stesso è stato descritto sul verbale. Ma la vicenda, comunque, viene archiviata lì. Almeno, è quel che accade per 25 anni.

Una Ferrari F355, su strada.

Un giorno dell’anno corrente, un collezionista d’auto la nota in un’autofficina. E’ amore a prima vista, tanto che l’uomo decide sul momento di acquistarla. Certo, sarebbe stato necessario risalire al proprietario, e il protagonista del ritrovamento riesce anche in tale operazione. Il proprietario risultante, era la società di leasing che, con tale formula contrattuale, aveva ceduto la Ferrari nel ’97.

La società di leasing avvisa, ovviamente, le forze dell’ordine con tempestività, ed ecco che il caso viene riaperto ed entra in gioco lo stesso commissariato di 25 anni prima. ma non è tutto: a ricevere la segnalazione, lo stesso poliziotto, che nel frattempo aveva fatto carriera, ricevente la denuncia 25 anni prima, e che aveva rilasciato il relativo verbale.

 

Le conseguenze del ritrovamento

Una Ferrari F355, come quella ritrovata, in una rimessa.

Cosa accade dopo? Facile intuire che sia stato subito contattato il presentante la denuncia. Scoperto l’accaduto, l’uomo ha ammesso di aver condotto egli stesso l’auto fino all’officina, per la manutenzione. Naturalmente, il proprietario dell’officina non aveva potuto riferire al collezionista, per questione di privacy, l’identità di chi gli aveva portato la prestigiosa vettura.

Ma il collezionista stesso è stato tenace, e, preso il numero di targa è risalito fino alla società di leasing, proprietaria della splendida F355. In pratica, l’uomo che l’aveva presa in leasing, aveva presentato una denuncia fittizia relativa alla Ferrari. In questo modo non aveva proseguito con il pagamento delle rate, e l’auto sarebbe così stata già “sua” con un utilizzo indebito. L’auto vale circa 100.000 euro, stante al valore attuale, ed è stata, finalmente, dopo 25 anni, restituita alla società, legittimamente proprietaria. L’uomo che aveva intrapreso il contratto di leasing con la società suddetta, è stato incriminato per simulazione di reato ed appropriazione indebita.