Home » Bmw, la nuova serie 3 spaventa tutti: prestazioni da vera sportiva e bellezza disarmante

Bmw, la nuova serie 3 spaventa tutti: prestazioni da vera sportiva e bellezza disarmante

Per tutti gli amanti dei motori, e in particolare Bmw, è in arrivo una grande notizia: in uscita la nuova serie 3 di Bmw, con prestazioni a dir poco eccellenti. Parliamo dell’evoluzione di un modello d’auto che è tutto da scoprire. 

Solitamente, nel momento in cui una Casa di produzione storica, qual è il caso di Bmw, si accinge ad immettere sul mercato un modello evolutivo di una versione precedente, l’operazione è sempre delicata. Fin, chiaramente, dalla produzione.

La Bmw serie 3, arrivata alla sua settima edizione.

Ci si chiede, infatti, come innovare il modello senza snaturarlo nelle proprie caratteristiche, ossia quelle che hanno permesso di rendere nota la precedente versione al grande pubblico. A quanto sembra, il restyling è riuscito, sul piano tecnico, funzionale, ed estetico. Gli appassionati di tutto il mondo hanno dunque ben ragione di aspettarsi molto dalla nuova uscita del produttore tedesco.

La nuova berlina sportiva mantiene intatto l’equilibrio, come in pochi hanno saputo fare, tra raziocinio da una parte, e disinvoltura e piacere nella guida dall’altra. Siamo ormai arrivati alla settima generazione della serie 3 di Bmw, e le aspettative, lo ribadiamo, non sono state deluse. Ma scendiamo ora nei dettagli.

 

Il restyling esteriore

Le nuove linee disponibili, oggetto di restyling, della Bmw serie 3.

Restyling riuscito, seppur operato per una via più lieve e delicata. Ciò che si nota, rispetto alla precedente versione è una griglia leggermente più angolare, così come il profilo inferiore sprovvisto della linea di demarcazione accentuata del paraurti, per un design, nel complesso, più sinuoso.

 

Il restyling interiore

Dentro si nota qualcosa di più incisivo, a livello di restyling. A cominciare dal grande schermo panoramico concavo in dotazione. Esso incorpora, in due metà separate, il touch per la strumentazione (il cui screen misura 12.3”) e la sezione infotainment (con schermo da 14,9”).

Come già notato, rispetto alla versione precedente, più compatta e integrata, a detta di molti, l’attuale presenta un aspetto più distaccato e “d’appoggio” rispetto alla plancia. ma, sul piano tecnico, la fluidità dei comandi è ammirevole, pervenendo addirittura a raggiungere la funzionalità dello smartphone, sotto questo profilo.

Il sistema operativo è quello proprietario, ideato da Bmw e giunto ora alla versione 8.0, il quale presenta comandi vocali avanzati, possibilità d’aggiornamento da remoto, oltre alle funzionalità BMW ID e BMW Intelligent Personal Assistant.

 

I cambiamenti sul versante dei motori

Con prestazioni che garantiscono continuità, rispetto al modello precedente, troviamo comunque due fattori d’innovatività. Il primo è il cambio. Abbandonato definitivamente, per la serie 3, il cambio manuale, e abbracciata l’opzione del cambio automatico con, in dotazione, il mini-cursore elettronico al posto della leva.

Riguardo alle due versioni ibride plug-in, vi è stato un cambiamento dato dall’aumento di potenza della versione già più potente (la quale passa da 252 a 292 cavalli). E la trazione integrale è disponibile anche sulla versione meno potente.