Home » Ultima ora Schumacher, alla fine il momento sembra arrivato: l’addio sarà dolorosissimo

Ultima ora Schumacher, alla fine il momento sembra arrivato: l’addio sarà dolorosissimo

Sembra davvero che si sia arrivati alla fine, per quel che concerne la situazione di Schumacher. Vediamo ogni dettaglio. 

Parliamo di Mick Schumacher, figlio del leggendario ex-campione della Rossa. La Haas ha sviluppato poi la scelta di proseguire senza creare una nuova monoposto. Pare che ciò abbia fortemente condizionato le prestazioni del giovane Mick, in relazione agli avversari.

Il fatto è che, dopo essersi rivelato vincente in F2 ed F3, nella scorsa stagione Mick non aveva avuto in dotazione l’auto all’altezza degli avversari. Anche se, tutto, sommato, il Team rimprovera qualche errore di troppo, che potrebbe costare l’addio a Mick Schumacher. Se la situazione dovesse protrarsi, l’addio sarà rispetto al team americano presso il quale si trova in forze attualmente, o proprio definitivamente, dalla F1.

Certo, l’addio in questione, nell’evenienza, sarebbe molto doloroso per il figlio del Kaiser, il quale appariva come una vera e propria promessa. Conclusa la stagione passata a zero punti, esattamente come il proprio compagno di squadra russo Mazepin, il tedesco aveva comunque fatto notare dei fattori di distinzione, rispetto a quest’ultimo, nelle prestazioni.

La pressione iniziata ad avvertire da Mick nel corso del campionato non è stata certo d’aiuto, e lo ha condotto verso errori prestazionali che non sono passati inosservati. La Haas si aspettava prestazioni migliori in gara, certamente. Specie se si trattava del campione F2 2020. Ma, com’è stato fatto notare il settore F1 viaggia a un ritmo frenetico, tutto suo, dove bisogna essere particolarmente pronti, già in partenza, dove non c’è molto tempo per adeguarsi.

 

Il mancato rinnovo con la Ferrari

Mick Schumacher con la tuta della scuderia Ferrari.

Altra questione spinosa: il mancato rinnovo tra la promessa della F1 e la Ferrari. Reduce dalla situazione anzidetta, sono venuti meno i rapporti con la Casa del Cavallino Rosso. Sembra, a questo punto, che si riveli difficile che un giorno, un nuovo Schumacher, possa ricalcare le piste F1 con la Rossa, magari in altre epiche e leggendarie vittorie.

Certo, nulla è impossibile. A parlare anche lo zio di Mick, Ralf. Egli si rivela ottimista, affermando di non avere dubbi, per il lungo periodo, sull’affermazione del nipote in Formula 1. Dichiara, inoltre, che Mick, allo stato attuale, continua a fare progressi.

 

Le speranze di riscatto

Allo stato dei fatti, dunque, sebbene si sia accertato come il debutto in F1 non si sia rivelato facile per il campione F2 ed F3, il futuro pare ancora tutto da scrivere. Oltretutto, le rassicuranti dichiarazioni di Ralf Schumacher alla stampa, sembrano aver trovato un solido riscontro.

Proprio nella giornata di ieri, il team Haas ha rilasciato una nuova dichiarazione nella quale si mostra soddisfatto dei progressi compiuti da Mick Schumacher negli sviluppi più recenti. Dunque, i sostenitori di Schumacher potranno riprendere a sognare, anche coloro i quali lo vorrebbero alla guida di una Rossa in F1.