Home » “Ti levano 10 punti sulla patente”: non farlo mai in Autostrada | Il rischio è altissimo

“Ti levano 10 punti sulla patente”: non farlo mai in Autostrada | Il rischio è altissimo

Ci sono comportamenti che è sempre bene evitare. Se poi tali comportamenti vengono effettuati in luoghi particolari come, nella fattispecie considerata, l’autostrada, la sanzione schizza a livelli che non avresti immaginato. Sempre meglio stare attenti per non farsi decurtare 10 punti dalla patente.

Già, si possono anche perdere 10 punti dalla patente, riguardo al caso di cui trattiamo nell’avvertenza di oggi. Perdere punti dalla patente si rivela sempre fastidioso, ma perderne una decina tutti insieme può rivelarsi complicato da sostenere. Può, in altri termini, velocizzare il processo di perdita complessiva di punti, specie se sono state commesse, nel periodo, altre infrazioni, o si ha una certa propensione temporale a commetterle.

Visuale di monitoraggio del traffico in autostrada.

Quindi, come fare? Cosa evitare, nello specifico, in autostrada? C’è da dire che, prima ancora che i punti patente, il comportamento in questione mette a rischio l’incolumità, la propria e quella altrui. Parliamo, come si sarà intuito, dell’infrazione dei limiti di velocità. Se già l’autostrada è il luogo per eccellenza a scorrimento veloce, infrangere tale soglia, anche di molto, può portare a conseguenze per niente piacevoli.

Al riguardo, si sono anche registrati dei record negativi. Chiaramente, non solo in Italia. Ma, quel che si raccomanda, è di non farlo mai. E’ una forma di trasgressione, quella a cui ci riferiamo, che compromette la stabilità e la sicurezza durante il viaggio, e da un momento all’altro, se si considera che si tratta di vere velocità record. In molti casi, è stata raggiunta la soglia limite di prestazioni del motore con auto sportive, quindi anche oltre i 300 km/h, in altri si è comunque raggiunta la soglia, anche per veicoli di classi medie, raggiungendo velocità comunque impressionanti da tenere su strada.

 

I casi limite classificati

Accorgimenti da tenere sempre presenti alla guida, non solo in presenza di autovelox.

Finora, il caso limite più eclatante in Europa arriva dalla Svizzera, con una multa per eccesso di velocità per un’andatura a ben 324 Km/h. Oltre alla multa da 1.865 euro, il conducente è stato condannato a 6 mesi di carcere. In Italia, c’è mancato davvero poco per il raggiungimento di tale “record” in negativo, e si è giunti, in un caso, a toccare i 311 Km/h, sempre in autostrada.

Nell’ultimo caso, la pena inflitta, è stata della decurtazione, per come se ne parlava in apertura, di 10 punti dalla patente, ed una multa di 385 euro. C’è da dire che, per un’ammenda complessiva del genere, non si rivela necessario arrivare a tali velocità. Anche visto e considerato che, in Italia, la pena per l’infrazione, ai livelli considerati, è davvero ancora troppo leggera. Basti effettuare il confronto con il caso svizzero.

A occuparsi di stilare una classifica in proposito, sono stati HomeToGo e Happy-car, rispettivamente sito per la ricerca di case e appartamenti vacanza, e motore per la comparazione dei prezzi per il noleggio delle auto, sempre in ottica europea. Degno di nota anche il caso tedesco, che non ha riguardato l’autostrada, ma ha registrato un’andatura di 240 Km/h su una strada con limite a 60 km/h (640 euro di multa e una decurtazione di 4 punti su 8 complessivi, dalla patente).