Home » Multe non pagate, finalmente puoi dirgli addio: ecco come eliminarle definitivamente

Multe non pagate, finalmente puoi dirgli addio: ecco come eliminarle definitivamente

Sappiamo bene che ci sono diverse tasse fisse per quanto riguarda la gestione dell’auto. Una di queste è il bollo, che va pagato all’Agenzia delle Entrate. Se non si paga il bollo per diversi anni consecutivi si rischiano conseguenze gravi, i debiti si sommano e poi potrebbe diventare complicato saldare con lo Stato senza subire pignoramenti o conseguenze anche peggiori.

Non solo bollo, però. Anche le normali multe, che sono provvedimenti amministrativi non penali, e non a carico dell’Agenzia delle Entrate ma degli enti provinciali e regionali, possono diventare onerose se non vengono pagate. Si va in mora e l’importo aumenta col tempo se le multe non vengono pagate.

Cancellare debiti col fisco. Possibile

Come uscire da questi vortici in cui si può finire per indolenza o per cause di forza maggiore? Siamo del resto in un periodo di forte recessione e difficoltà economica poiché proveniamo da due anni senza precedenti, con la pandemia che ha comportato lockdown e chiusure per attività e molte aziende, che poi hanno faticato parecchio a rimanere in attività o a riaprire. Il tutto è stato peggiorato dalla crisi energetica e molte famiglie non potevano mai essere preparati a una serie di eventi così tragici e concatenati a breve termine.

Per fortuna ci sono degli escamotage del tutto legali. La cancellazione delle cartelle esattoriali, ovvero dei debiti col fisco, sono divenute più semplici e vengono acclamate a gran voce da diverse forze politiche. Il Decreto Sostegni di maggio, prevede proprio la cancellazione delle cartelle esattoriali, ma solo per il periodo compreso tra 2000 al 2010.

Come cancellare multe auto e debiti col fisco

In queste cartelle, come dicevamo, rientrano anche bollo e altre tasse di cui si occupa direttamente il fisco. Come vi abbiamo spiegato qui, non pagando la tassa di possesso, anche detta bollo, si rischiano conseguenze gravissime, tra cui la confisca del veicolo, la revoca della patente e sanzioni fino a 7900 euro, che se non pagate prevedono la rivalsa su stipendio o pensione, e persino il pignoramento dei beni materiali.

Con la legge di bilancio del 2019 già sono state aggiunte vie d’uscita nel caso si fossero contratti e accumulati dei debiti col fisco, proprio per quanto riguarda le tasse su auto e mezzi, e dal 2021 c’è stata una cancellazione di molte molte cartelle esattoriali.

Oltre alle cancellazione, ove previsto, si sono attuate diverse agevolazione, come dei piani di rientro con rateizzazioni. La cancellazione invece riguarda solo situazioni in cui la notifica del debito è avvenuta tra il 2010 e il 2020, e per somme non superiori a 1000 euro.

tasse auto non pagate

La Rottamazione Ter è invece prevista quando quando la notifica è arrivata tra il 2010 e il 2017. Questa prevede un saldo agevolato, con la rimozione di tutte le more.

Infine, per quanto riguarda la rateizzazione  dei debiti contratti col fisco in ambito automobilistico, il massimo concesso è un dilazionamento in 5 anni con 10 rate, ed è inoltre previsto un tasso agevolato in base al metodo di pagamento, e uno sconto sugli interessi.