Home » Rotatoria, la precedenza la sbagliano tutti: se ti beccano così ti levano lo stipendio

Rotatoria, la precedenza la sbagliano tutti: se ti beccano così ti levano lo stipendio

Attenzione alla rotonda e alle norme che ne regolano l’attraversamento: ecco cosa non devi assolutamente fare per evitare di incappare in multe da capogiro che ti lascerebbero praticamente senza stipendio.

Le rotonde negli ultimi anni sono nate e cresciute come funghi all’interno delle nostre strade, sostituendo a poco a poco i semafori e gli stop di una volta. L’obiettivo dichiarato è sempre stato quello di aumentare la sicurezza stradale e ridurre drasticamente il numero degli incidenti.

rotatoria – solomotori.it

La ridotta velocità dovrebbe favorire una maggior tutela sia delle vetture e dei guidatori ma anche di pedoni, ciclisti e motociclisti, a patto che tutti rispettino perfettamente il Codice della Strada. Purtroppo, però, in Italia molti non si attengono alle norme di precedenza e non solo che vanno tenute in rotonda.

Ricordiamo che, a differenza del semaforo o di uno stop, la rotonda non impone obbligatoriamente all’automobilista di fermarsi ogni volta. Egli grazie a un graduale rallentamento del veicolo avrà modo di analizzare e vedere se sopraggiunge un altro mezzo e, in quel caso, valutare il da farsi in base alle  norme vigenti.

La Commissione Europea ha spinto e sta spingendo parecchio sulla creazione delle rotatorie stradali sia per aumentare la sicurezza sia per diminuire l’inquinamento ambientale. Un veicolo fermo per minuti a un semaforo o a uno stop, acceso, inquina molto di più di uno che decelera e riparte a una rotonda. Ma spesso, però, le infrazioni sono dietro l’angolo e le multe sono davvero da capogiro se non si presta attenzione a un particolare comportamento.

Rotonde: cosa non fare mai

Se teniamo al portafoglio e alle finanze di casa e nostre, occorre prestare attenzione a un particolare comportamento durante l’attraversamento delle rotonde. In mancanza di esso, le multe in caso di controllo o telecamera o incidente saranno devastanti.

Attenzione dunque alle norme che regolano la precedenza: se un veicolo è già impegnato nella rotatoria, ha la precedenza sempre. Utilissime anche le frecce per segnalare intenzioni e movimenti, cosa che spesso non accade e costituisce motivo di incidenti e discussioni in strada tra guidatori.

vigili multano per infrazione – solomotori.it

I controlli e le telecamere installate ovunque (o quasi) inchiodano chi non rispetta le regole delle rotonde: in caso di mancato rispetto della precedenza o di ogni altro reato, la cifra da sborsare va dai 160 ai 700 euro. A ciò si può aggiungere con buone possibilità la decurtazione di 5 punti dalla patente e, in caso di recidiva, si arriva persino alla sospensione della stessa.