Nuova Audi A1: è tra noi la seconda generazione, più digitale che mai

Di , scritto il 11 Dicembre 2018

La casa dei quattro anelli ha appena lanciato sul mercato una nuova versione della compatta di grande successo, Audi A1, più lunga delle edizioni passate e soprattutto ricchissima di funzioni hi-tech a bordo, che non mancheranno di suscitare il loro fascino sul pubblico più giovane.

Iniziamo proprio da questo aspetto: il cockpit è interamente digitalizzato, e può contare su uno schermo gigante da 10,25 pollici, configurabile a piacere. Nella consolle troviamo un black panel (a scelta nelle dimensioni da 8,8 oppure 10,1 pollici), con tutti i comandi a sfioramento e la possibilità di scrivere il comando con un dito (anche in corsivo, non solo in stampatello come avviene di solito con questi dispositivi). I comandi possono comunque anche essere impartiti a voce.

Un box di ricarica wireless collega lo smartphone all’antenna dell’auto, per potenziarne le capacità. Sono poi presenti due prese USB, una standard di tipo “A” e una più moderna di tipo “C”. Chi sceglie il navigatore MMI plus (con display da 10.1) ha a disposizione anche tutti i servizi di “Audi Connect”, ovvero: informazioni su traffico e viabilità, accesso a Twitter, alla propria casella e-mail e a Google Earth.

Non è di serie ma è un ottima scelta tra gli optional l’impianto audio Bang & Olufsen, con ben 11 altoparlanti e 560 Watt di potenza – con un effetto acustico tridimensionale che sfrutta il parabrezza come superficie riflettente.

Dicevamo che la nuova Audi A1 cresce è più lunga, per la precisione di 6 centimetri, per un totale di 4,03 metri. L’abitacolo è più voluminoso e il bagagliaio ha una capienza di ben 1090 litri (65 in più di prima). Per quanto riguarda il look, le linee sono decisamente sportive e filanti.

Per quanto riguarda le motorizzazioni per il momento sono disponibili esclusivamente quelle a benzina, declinate in varie versioni: la 25 e la 30 TFSI, che montano un 3 cilindri 1.0, rispettivamente da 95 e 116 CV, abbinabili a un cambio manuale a 5 marce oppure all’automatico a 7 rapporti e doppia frizione S-Tronic. La 35 e la 40 TFSI sono invece dei 2.0 a 4 cilindri, rispettivamente da 150 e 200 CV. La prima può essere manuale o automatica, per la seconda esiste solo la variante automatica con un S-Tronic a 6 rapporti.

Sotto il profilo degli strumenti elettronici per la sicurezza troviamo il cruise control adattivo (che mantiene la velocità e la distanza di sicurezza col veicolo che precede ed è utilissimo in caso di nebbia) e il “Pre sense front”, capace di individuare ostacoli, pedoni e ciclisti e di intervenire allertando il guidatore e mettendo in atto una frenata. Sono presenti anche l’assistente al mantenimento della corsia, il park assist con telecamera e sensori radar e la telecamera che legge i segnali stradali.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloMotori.it – Il mondo delle auto e dei motori supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009